Pompa di calore: con o senza fotovoltaico?

Pompa di calore con o senza fotovoltaico: chiariamo una volta per tutte questo dubbio.

Questa è una domanda che si pongono sempre più persone che stanno pensando di sostituire il proprio sistema di riscaldamento o raffrescamento. La pompa di calore è una tecnologia molto efficiente, che può portare a importanti risparmi sui costi energetici e ridurre l’impatto ambientale. L’impianto fotovoltaico, invece, produce energia elettrica pulita e rinnovabile.

In questo post, cercheremo di chiarire una volta per tutte questo dubbio, analizzando i pro e i contro di entrambe le soluzioni: pompa di calore con e senza fotovoltaico.

Indice

Pompa di calore e impianto fotovoltaico: per un futuro sostenibile

Il binomio pompa di calore e impianto fotovoltaico è una soluzione che viene spesso consigliata per la sua efficienza energetica e la sostenibilità ambientale, ma non sempre è indispensabile mettere anche il fotovoltaico.

La pompa di calore è un dispositivo che trasferisce calore da un ambiente a un altro, utilizzando una quantità di energia elettrica molto inferiore rispetto ai tradizionali sistemi di riscaldamento a gas o gasolio.

L’impianto fotovoltaico, invece, produce energia elettrica a partire dalla luce solare.

Perché si sposano bene la pompa di calore e fotovoltaico?

L’abbinamento dei due sistemi consente di sfruttare l’energia solare con il fotovoltaico per alimentare la pompa di calore, riducendo i consumi di energia elettrica dalla rete elettrica e, di conseguenza, le bollette.

Inoltre, l’impianto fotovoltaico può aiutare a compensare le perdite di efficienza della pompa di calore nei periodi più freddi dell’anno.

Infatti, la pompa di calore è più efficiente quando la temperatura esterna è alta. Al contrario, quando la temperatura esterna è bassa, l’efficienza della pompa di calore (COP) diminuisce e richiede una maggiore quantità di energia elettrica per funzionare. In questi casi, l’impianto fotovoltaico può fornire l’energia elettrica necessaria per compensare le perdite di efficienza della pompa di calore.

La combinazione di pompa di calore e impianto fotovoltaico può quindi apportare numerosi vantaggi, sia economici che ambientali.

Vantaggi delle pompe di calore abbinate al fotovoltaico

Dal punto di vista economico, l’installazione di un impianto fotovoltaico può consentire di ridurre i costi energetici dell’abitazione, grazie alla produzione di energia elettrica auto-consumata.

Dal punto di vista ambientale, l’utilizzo di energia solare per alimentare la pompa di calore contribuisce a ridurre le emissioni di gas serra, responsabili del cambiamento climatico.

In conclusione, la combinazione di pompa di calore e impianto fotovoltaico è una soluzione che può essere considerata vantaggiosa sia per ridurre i costi energetici che per l’ambiente.

Come funzionano pompe di calore abbinate al fotovoltaico?

L’abbinamento di pompa di calore e fotovoltaico può essere realizzato in diversi modi.

Il modo più semplice è quello di installare un impianto fotovoltaico tradizionale e una pompa di calore tradizionale. In questo caso, la pompa di calore può essere alimentata sia dalla rete elettrica che dall’impianto fotovoltaico.

Un modo più efficiente è quello di installare un impianto fotovoltaico con accumulo. In questo caso, l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico viene immagazzinata in un sistema di accumulo, da cui può essere prelevata in qualsiasi momento, anche di notte.
L’accumulo può essere realizzato tramite batterie o con un puffer (accumulo inerziale) che utilizzano acqua tecnica per immagazzinare energia durante le ore di irraggiamento del sole (produzione del fotovoltaico).

L’abbinamento di pompa di calore e fotovoltaico con accumulo è la soluzione più efficiente, in quanto consente di sfruttare al massimo l’energia solare prodotta dall’impianto fotovoltaico.

La regolazione della pompa di calore è importante per ottimizzare il fotovoltaico

La regolazione accurata della pompa di calore riveste un ruolo cruciale nell’ottimizzazione di un sistema alimentato da un impianto fotovoltaico.

IDM Navigator regolazione pompa di calore

Una gestione efficiente consente di adattare la produzione di calore o freddo alle reali esigenze dell’edificio, massimizzando così l’autoconsumo dell’energia solare generata.

Attraverso sistemi di controllo avanzati, è possibile modulare la potenza della pompa in base alle variazioni delle condizioni climatiche e alle richieste termiche, riducendo al minimo l’utilizzo di elettricità dalla rete quando l’energia solare è abbondante. Questa sincronizzazione tra la regolazione della pompa di calore e l’impianto fotovoltaico non solo contribuisce a un maggiore risparmio energetico, ma anche a una diminuzione dell’impatto ambientale complessivo del sistema di riscaldamento o raffreddamento.

Un’adeguata regolazione, quindi, non solo ottimizza l’efficienza operativa della pompa di calore, ma anche l’utilizzo sostenibile dell’energia solare, promuovendo una soluzione eco-friendly e economica per il comfort termico degli edifici.

IDM Navigator esempio

Con una centralina ben progettata si arriva ad ottenere un risparmio notevole riuscendo a coprire il fabbisogno energetico della pompa di calore fino all’80%.

IDM Navigator grafico

La pompa di calore funziona bene anche senza fotovoltaico

Anche in assenza di un impianto fotovoltaico, la pompa di calore è una valida soluzione. In questo caso, la pompa di calore sarà alimentata dalla rete elettrica, come qualsiasi altro elettrodomestico.

I costi energetici della pompa di calore saranno ovviamente superiori rispetto a un impianto abbinato a un impianto fotovoltaico con accumulo. Tuttavia, saranno comunque inferiori rispetto ai consumi energetici di un tradizionale sistema di riscaldamento.

Una pompa di calore ben progettata può ridurre i costi energetici del riscaldamento oltre il 50% rispetto al metano, anche senza un impianto fotovoltaico.

La pompa di calore, anche senza fotovoltaico, è quindi una soluzione che può portare a importanti risparmi sui costi energetici, migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione e ridurre l’impatto ambientale.

Altro vantaggio della pompa di calore è quello di fare salire di classe energetica il tuo edificio, aumentandone il valore.

Conclusione: Pompa di calore con o senza fotovoltaico

Affidati solo a professionisti specializzati nel campo delle energie rinnovabili, soprattutto per quanto riguarda le pompe di calore.

Come procedere:

  1. Trova la migliore soluzione con pompa di calore per il tuo edificio e le tue esigenze.
  2. Fai una stima dei consumi energetici della pompa di calore.
  3. Valuta l’acquisto dell’impianto fotovoltaico in base ai dati che risultano dalla pompa di calore scelta.

 

In ogni caso, se hai il capitale da investire, il fotovoltaico e pompa di calore è un investimento molto proficuo.

Pompa di calore senza fotovoltaico: ammortamento e ricavo

Dal seguente grafico vediamo il rientro economico e l’utile di una pompa di calore senza fotovoltaico:

Pompa di calore senza fotovoltaico Ammortamento e ricavo

Analizziamo i dati di questo grafico della pompa di calore senza fotovoltaico:

  • Investimento pompa di calore aria acqua europea performante 13kW IVA e montaggio inclusi: 16.500€
  •  Incentivo detrazione fiscale in 10 anni 65%: 10.725€
  • Consumo annuo di metano preintervento: 2.500€
  • Risparmio annuo con pompa di calore con SCOP 5 in confronto al metano: 1.625€ (consumo annuo 875€)
  • 6° Anno: Rientro dell’investimento
  • 10° Anno: Utile 10.475€
  • 15° Anno: Utile 18.600€
  • 20° Anno: Utile 26.725€
  • 25° Anno: Utile 34.850€
  • 30° Anno: Utile 42.975€
 

Pompa di calore e fotovoltaico: ammortamento e ricavo

Dal seguente grafico vediamo il rientro economico e l’utile di una pompa di calore e fotovoltaico:

Pompa di calore e fotovoltaico Ammortamento e ricavo 2

Analizziamo i dati di questo grafico della pompa di calore e fotovoltaico:

  • Investimento pompa di calore aria acqua europea performante 13kW IVA e montaggio inclusi: 16.500€
  • Investimento impianto fotovoltaico da 4,3kWp con moduli fotovoltaici molto efficienti IVA, pratiche e montaggio incluso: 12.490€
  •  Incentivo pompa di calore detrazione fiscale in 10 anni 65%: 10.725€
  •  Incentivo fotovoltaico detrazione fiscale in 10 anni 50%: 6.245€
  • Totale detrazioni fiscali in 10 anni: 16.970€
  • Consumo annuo di metano preintervento: 2.500€
  • Risparmio annuo con pompa di calore con SCOP 5 in confronto al metano con un impianto fotovoltaico (con una gestione autarchica che copre il 70% con l’autoproduzione dal sole): 2.238€ (consumo annuo 262€)
  • 7° Anno: Rientro dell’investimento
  • 10° Anno: Utile 10.360€
  • 15° Anno: Utile 21.550€
  • 20° Anno: Utile 32.740€
  • 25° Anno: Utile 43.930€
  • 30° Anno: Utile 55.120€
 

Conclusione sull'investimento fotovoltaico e pompa di calore

Come hai potuto vedere il rientro economico sull’investimento si differenzia solo di 1 anno:

  • Investimento solo pompa di calore: 6 anni
  • Investimento fotovoltaico e pompa di calore: 7 anni

 

 

L’utile in 30 anni del fotovoltaico e pompa di calore è di oltre 55.000€ cioè del 28% in più rispetto alla sola pompa di calore.
Ma anche la sola pompa di calore senza fotovoltaico merita l’investimento che in 30 anni dà un utile di quasi 43.000€.

Se hai il capitale per fare l’investimento, non esitare a fare la pompa di calore e fotovoltaico.

Se il tuo capitale è limitato, fai sempre un ottimo investimento con la pompa di calore senza fotovoltaico, il fotovoltaico lo puoi fare in un secondo momento. 

Ricordati che in ogni caso l’impianto della pompa di calore deve essere già dimensionato per accumulare l’energia diurna del fotovoltaico con un dimensionamento adeguato del puffer. Se non viene dimensionato adeguatamente il puffer è difficile ottenere il massimo dall’autoconsumo di energia elettrica prodotta dal fotovoltaico.

Come hai potuto notare il massimo profitto che si ha dall’investimento della pompa di calore con o senza fotovoltaico, lo si ha a lungo termine, cioè 30 anni. Perciò non esitare a investire in prodotti che ti garantiscano l’efficienza per almeno 30 anni.

Parti con il piede giusto!

Vuoi valutare la migliore soluzione pompa di calore e fotovoltaico (o senza)?
Ti accompagniamo passo per passo. Risultati senza compromessi!

E’ stato utile questo articolo? Condividilo…

Facebook
Twitter
LinkedIn