Bando regione Umbria: sostituzione impianti di climatizzazione invernale per privati

Bando regione Umbria sostituzione impianti di climatizzazione invernale per privati (1)

Bando regione Umbria: sostituzione impianti di climatizzazione invernale per privati, un ottima occasione per un incentivo cumulabile al conto termico fino al 95% dell’investimento.

Non perdere l’occasione, in questo articolo trovi tutte le informazioni per accedere al bando aggiungendo un incentivo fino a 6.000€ (cumulabile).

Indice

Obiettivo del Bando Regione Umbria

Il seguente Bando è destinato ai residenti che possiedono una struttura immobiliare situata nella regione dell’Umbria. L’obiettivo è migliorare la qualità dell’aria e aumentare l’efficienza energetica fornendo incentivi supplementari al Conto Termico 2.0 per sostituire i sistemi di riscaldamento domestico alimentati a biomassa con una potenza inferiore o uguale a 35 Kw e una classificazione ambientale inferiore o uguale a 3 stelle. Questi verranno sostituiti con nuovi impianti a biomassa altamente efficienti e a basse emissioni, classificati con 4 o 5 stelle (in base al DM 186/2017), oppure con pompe di calore o sistemi ibridi, con una potenza termica nominale ≤ 35 Kw.

Requisiti di idoneità per partecipare al Bando

  • Sono ammissibili a richiedere il finanziamento le persone fisiche che possiedono un edificio o un’unità immobiliare situata nella regione Umbria dove è stato effettuato l’intervento di sostituzione dei generatori di calore, agendo come Soggetto Responsabile dell’intervento e avendo ricevuto il contributo del “Conto termico” (DM 16 febbraio 2016) dal GSE, erogato dal 19 gennaio 2023 al 31 ottobre 2025, per uno dei seguenti interventi:

  • Sostituzione di impianti di riscaldamento invernale esistenti con sistemi di climatizzazione invernale utilizzanti pompe di calore elettriche o a gas, anche geotermiche, con una potenza termica nominale inferiore o uguale a 35 kW.

  • Sostituzione di impianti di riscaldamento invernale con generatori di calore alimentati da biomassa, con una potenza termica nominale al focolare inferiore o uguale a 35 kW.

  • Sostituzione di impianti di riscaldamento invernale esistenti con sistemi ibridi a pompa di calore, con una potenza termica nominale inferiore o uguale a 35 kW.

  • Sono altresì idonee le persone fisiche che, nel rispetto dei requisiti tecnici stabiliti dal Conto termico 2.0 e nei tempi indicati nel presente programma di finanziamento, hanno sostenuto le spese per la sostituzione di camini aperti, stufe a legna/pellet, caldaie a legna/pellet con potenza inferiore o uguale a 35 kW per sistemi di riscaldamento domestico, con una classificazione ambientale non superiore a 3 stelle, sostituendoli con nuovi impianti a biomassa ad alta efficienza e a basse emissioni, con potenza ≤ 35 kWt e classificati con 4 o 5 stelle, oppure con pompe di calore o sistemi ibridi.

  • Per i generatori recentemente installati, è necessario dimostrare il rispetto delle specifiche ambientali richieste dalla normativa vigente (come definito dal Decreto Ministeriale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare numero 186 del 07/11/2017), garantendo che appartengano alle classi 4 o 5 stelle.

  • Un unico Responsabile può avanzare la richiesta di incentivi per un massimo di due proprietà diverse.

  • Il finanziamento è limitato alla sostituzione di impianti esistenti e non comprende l’installazione di nuovi impianti.

  • I generatori di calore ammissibili per il contributo devono essere di proprietà dei richiedenti all’epoca della presentazione della domanda per questa opportunità di finanziamento, nonché dei soggetti che hanno stipulato il contratto con il GSE per ricevere l’incentivo dal Conto Termico.

Quanto è l'importo del contributo del Bando?

L’ammontare massimo dell’incentivo fornito dalla Regione, insieme a eventuali altri contributi pubblici o privati, non può superare complessivamente il 95% della spesa totale ammissibile confermata dal GSE, che include anche le spese tecniche.

Zone e ISEE

A seconda della zona e dell’ISEE la percentuale sul complessivo della spesa sostenute che non può essere superato:

  • Comuni della Zona Conca Ternana e della Zona di Valle: 95% con ISEE < di € 30.000,00 e 90% con ISEE ≥ di € 30.000,00 fino a €.75.000,00
  • Comuni della Zona Collinare Montuosa: 90% con ISEE < di € 30.000,00 e 85% con ISEE ≥ di €

 

Nessun incentivo è concesso a individui con un ISEE superiore a € 75.000,00.

Importi massimi dell'incentivo

In base al tipo di generatore nuovo installato, vengono stabiliti gli importi massimi dell’incentivo:

Tipo Generatore installato

Importo del contributo massimo cumulabile con il Conto Termico

Stufe 2B – 4 stelle

2.000€

Stufe 2B – 5 stelle

3.000€

Termo-camino 2B – 4 stelle

3.000€

Termo-camino 2B – 5 stelle

4.000€

Termostufe 2B – 4 stelle

3.000€

Termostufe 2B – 5 stelle

4.000€

Caldaia 2B – 4 stelle

4.000€

Caldaia 2B – 5 stelle

5.000€

Sistemi ibridi 2E

5.000€

Pompe di calore 2A

6.000€

Interventi ammessi

  • Smantellamento e rimozione parziale o totale del sistema di riscaldamento esistente.

  • Fornitura e installazione di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, nonché dei sistemi di contabilizzazione individuale.

  • Lavori idraulici e strutturali necessari per la corretta sostituzione del sistema di riscaldamento esistente.

  • Interventi sulla rete di distribuzione, sistemi di trattamento dell’acqua, dispositivi di controllo e regolazione, e sistemi di emissione.

  • Servizi professionali correlati alla realizzazione del progetto. Le spese ammissibili includono l’IVA se è un costo aggiuntivo.

Il trasporto può essere considerato tra le spese ammissibili se è parte integrante della fornitura.

Come viene liquidato l'incentivo?

Il 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria gestisce il pagamento del contributo, il quale sarà trasferito direttamente sul conto corrente del beneficiario, utilizzando il codice IBAN fornito durante la compilazione della domanda.

Scadenza del Bando Regione Umbria: sostituzione impianti di climatizzazione invernale

Il termine ultimo per richiedere il contributo previsto dal “Bando Regione Umbria: sostituzione impianti di climatizzazione invernale” è fissato alle ore 14.00 del 31 ottobre 2025.

Parti con il piede giusto

Troviamo la soluzione ideale per il tuo impianto a biomassa!

Parti con il piede giusto

Troviamo la soluzione ideale per il tuo impianto a pompa di calore!

E’ stato utile questo articolo? Condividilo…

Facebook
Twitter
LinkedIn