Pompa di calore ai raggi X: analisi approfondita

Pompa di calore ai raggi X analisi approfondita: per ottenere i migliori risultati bisogna saper valutare tutto l’insieme del sistema.

Cosa c’è dietro al miglior risultato di una pompa di calore?

Un approccio professionale alla pompa di calore aria acqua per professionisti e utenti finali per ottenere i migliori risultati in termini di risparmio, comfort e durata.

Indice

Introduzione al metodo di analisi della pompa di calore nel suo contesto

Un grave errore da non commettere è quello di cercare la potenza della pompa di calore in base alla richiesta di potenza dell’edificio.

Anche la pompa di calore aria acqua ha le sue esigenze. A determinati regimi, temperature la PDC si comporta diversamente influenzando i COP e gli on/off.

Lo schema dell’impianto, le componenti come gli accumuli (puffer e boiler) e la regolazione vanno considerati contemporaneamente alla scelta della pompa di calore.

Per valutare al meglio il miglior sistema (impianto e pompa di calore aria acqua), bisogna individuare i dati più importanti.

La pompa di calore richiede un approcio differente

Ci vuole una preparazione e un esperienza specifica nell’affrontare l’inserimento di una pompa di calore a sostituzione di vecchi generatori a gas, gasolio o a biomasse.

La potenza della pompa di calore aria acqua diventa un dato solo secondario.
Se si continua a ragionare alla vecchia maniera, cioè quanta potenza serve in termini di kW, il risultato non è entusiasmante. Anzi, a volte, deludente.

Bisogna cambiare approccio! Bisogna valutare tutti gli aspetti per raggiungere il risultato ottimale.

Differenza tra preventivo e analisi approfondita

Il metodo tradizionale per scegliere la pompa di calore sarebbe quello di chiedere più preventivi o proposte per scegliere quella che più ci ha convinto.

La maniera più professionale è quella di richiedere una consulenza, cioè un’analisi ai raggi X di tutto l’insieme che influisce sui risultati dell’intervento di ristrutturazione energetica con l’introduzione della pompa di calore all’interno di tutto il sistema. Con una radiografia dell’edificio, dei miglioramenti applicabili, delle caratteristiche della pompa di calore aria acqua e della sua regolazione, si ottengono i migliori risultati anche in termini di rientro economico.

Questa è la grande differenza tra un preventivo e una consulenza a pagamento. Affidando lo studio della pompa di calore a qualcuno che ha il solo interesse di ottenere risultati certi, non si rischia di cadere nelle mani di un puro venditore.

Puoi stare certo che le promesse scritte nella relazione energetica si avvicinano molto ai reali risultati nel tempo.

Quali sono i dati importanti per una pompa di calore aria acqua

Per iniziare servono i dati dell’edificio per l’analisi preventiva:

  • Località
  • APE attestato di prestazione energetica
  • Legge 10 fabbisogno energetico
  • Storico dei consumi nel mese più freddo
  • Numero di docce e persone
  • Fotovoltaico presente, in progetto o non previsto
  • Sistema di riscaldamento: radiatori, riscaldamento a pavimento o altro
  • Spazi disponibili interni ed esterni all’edificio

 

In base ai dati di cui sopra, si determina la pompa di calore aria acqua, lo schema dell’impianto e i volumi degli accumuli quali puffer e boiler.
I dati che servono sono:

  • COP della pompa di calore in base alle varie temperature
  • SCOP è il dato che evidenzia anche l’energia sprecata per lo sbrinamento della pompa di calore aria acqua
  • EER cioè la potenza della PDC per produrre freddo
  • Punto di bivalenza della pompa di calore: serve per capire a quali temperature la pompa di calore non soddisfa da sola la potenza richiesta dall’edificio
  • Volume del puffer (caldo e freddo) e del boiler se presente
  • Caratteristiche della centralina e capacità di autoconsumo nel caso di combinazione con un impianto fotovoltaico
  • Valutazione di PDC singola o in cascata

Come trovare la pompa di calore che dà i migliori risultati?

Tutti i dati raccolti sono fondamentali per trovare il giusto equilibrio tra potenza e accumuli. Questo determina il migliore risultato del nuovo impianto a pompa di calore. 
Il dimensionamento corretto della pompa di calore aria acqua rispettando il contesto di edificio e impianto, porta a rendere l’investimento proficuo e longevo.

Una pompa di calore deve durare almeno 25 anni e più.

Errori nel dimensionamento della pompa di calore ne accorciano la vita perché il compressore non regge.

Quanto deve costare una pompa di calore?

Per fare un investimento serve un capitale, sia che esso sia disponibile che sia tramite un finanziamento. Anche un finanziamento ha senso, perché la rendita dell’investimento sulla pompa di calore, è spesso superiore al costo del finanziamento.

Il budget va calcolato in base ai costi dell’investimento e la sua resa.

Con i numeri alla mano potresti vedere che con un investimento di 10.000€ non ottieni i risultai che otterresti con un investimento doppio per esempio.

Riporto il caso del rientro economico di una pompa di calore con e senza fotovoltaico: 

Pompa di calore senza fotovoltaico: ammortamento e ricavo

Dal seguente grafico vediamo il rientro economico e l’utile di una pompa di calore senza fotovoltaico:

Pompa di calore senza fotovoltaico Ammortamento e ricavo

Analizziamo i dati di questo grafico della pompa di calore senza fotovoltaico:

  • Investimento pompa di calore aria acqua europea performante 13kW montaggio incluso: 16.500€
  •  Incentivo detrazione fiscale in 10 anni 65%: 10.725€
  • Consumo annuo di metano preintervento: 2.500€
  • Risparmio annuo con pompa di calore con SCOP 5 in confronto al metano: 1.625€ (consumo annuo 875€)
  • 6° Anno: Rientro dell’investimento
  • 10° Anno: Utile 10.475€
  • 15° Anno: Utile 18.600€
  • 20° Anno: Utile 26.725€
  • 25° Anno: Utile 34.850€
  • 30° Anno: Utile 42.975€
 

Pompa di calore con fotovoltaico: ammortamento e ricavo

Dal seguente grafico vediamo il rientro economico e l’utile di una pompa di calore e fotovoltaico:

Pompa di calore e fotovoltaico Ammortamento e ricavo 2

Analizziamo i dati di questo grafico della pompa di calore con fotovoltaico:

  • Investimento pompa di calore aria acqua europea performante 13kW montaggio incluso: 16.500€
  • Investimento impianto fotovoltaico da 4,3kWp con moduli fotovoltaici molto efficienti pratiche e montaggio incluso: 12.490€
  •  Incentivo pompa di calore detrazione fiscale in 10 anni 65%: 10.725€
  •  Incentivo fotovoltaico detrazione fiscale in 10 anni 50%: 6.245€
  • Totale detrazioni fiscali in 10 anni: 16.970€
  • Consumo annuo di metano preintervento: 2.500€
  • Risparmio annuo con pompa di calore con SCOP 5 in confronto al metano con un impianto fotovoltaico (con una gestione autarchica che copre il 70% con l’autoproduzione dal sole): 2.238€ (consumo annuo 262€)
  • 7° Anno: Rientro dell’investimento
  • 10° Anno: Utile 10.360€
  • 15° Anno: Utile 21.550€
  • 20° Anno: Utile 32.740€
  • 25° Anno: Utile 43.930€
  • 30° Anno: Utile 55.120€
 

Conclusione sull'investimento fotovoltaico e pompa di calore

Come hai potuto vedere il rientro economico sull’investimento si differenzia solo di 1 anno:

  • Investimento solo pompa di calore: 6 anni
  • Investimento fotovoltaico e pompa di calore: 7 anni

L’utile in 30 anni del fotovoltaico e pompa di calore è di oltre 55.000€ cioè del 28% in più rispetto alla sola pompa di calore.
Ma anche la sola pompa di calore senza fotovoltaico merita l’investimento che in 30 anni dà un utile di quasi 43.000€.

Se hai il capitale per fare l’investimento, non esitare a fare la pompa di calore e fotovoltaico.

Se il tuo capitale è limitato, fai sempre un ottimo investimento con la pompa di calore senza fotovoltaico, il fotovoltaico lo puoi fare in un secondo momento. 

Ricordati che in ogni caso l’impianto della pompa di calore deve essere già dimensionato per accumulare l’energia diurna del fotovoltaico con un dimensionamento adeguato del puffer. Se non viene dimensionato adeguatamente il puffer è difficile ottenere il massimo dall’autoconsumo di energia elettrica prodotta dal fotovoltaico.

Come hai potuto notare il massimo profitto che si ha dall’investimento della pompa di calore con o senza fotovoltaico, lo si ha a lungo termine, cioè 30 anni. Perciò non esitare a investire in prodotti che ti garantiscano l’efficienza per almeno 30 anni.

Il budget va determinato in base ai risultati ottenibili, non in base a un budget programmato senza i numeri per calcolarlo.

Quando si vedono i risultati della pompa di calore?

I risultati del risparmio energetico con la pompa di calore si vedono dopo almeno un anno di funzionamento. Mentre per valutare la durata ci vuole più tempo.

Con una consulenza energetica questi dati si possono stimare con una certa precisione. Certo i prezzi dell’energia variano, ma almeno una stima sui dati odierni va fatta per sapersi orientare e fare l’investimento giusto.

Tutto sommato sono più corrette e affidabili queste stime rispetto a quelle fatte sugli investimenti in borsa!
Per approfondire il tema pompa di calore puoi leggere questi articoli:

Parti con il piede giusto!

Vuoi valutare la migliore soluzione pompa di calore?
Richiedi la consulenza (per professionisti e non).
Risultati senza compromessi!
Con un team di esperti locali della tua regione, ti garantiamo un'assistenza completa, dalla consulenza iniziale all'installazione e manutenzione del tuo nuovo sistema di riscaldamento.

E’ stato utile questo articolo? Condividilo…

Facebook
Twitter
LinkedIn