Ecobonus 110%: finalmente la linea guida che aspettavi.

Con la solita chiarezza e semplicità dei miei articoli, voglio renderti fruibili le informazioni attuali sull’Ecobonus 110%.

DL 19 maggio 2020 n. 34, pubblicato nella GU n. 128 del 19 maggio 2020
• Conversione in legge entro il 18 luglio 2020
• Titolo VI Misure fiscali –artt. 119 e 121:
✓SUPERBONUS 110%
✓CESSIONE DEL CREDITO/SCONTO IN FATTURA

1/6 – Cosa rientra e come ti viene rimborsato l’Ecobonus 110%

? QUALI SPESE RIENTRANO:
spese sostenute dal 1°luglio 2020 al 31 dicembre 2021

IN QUANTO TEMPO RIPRENDI L’ECOBONUS 110%:
detrazione IRPEF ripartita in 5 anni (5 quote annuali di pari importo)

CHE TIPO DI INTERVENTO DEVI FARE:
si accede con 3 tipi di intervento (interventi di accesso, cfr. art 119, comma 1)

QUALI ALTRI INTERVENTI POSSO INCLUDERE:
si applica anche a tutti gli interventi previsti dall’Ecobonus e al
FV+batterie+colonnina ricarica se congiunti ad almeno uno degli
interventi di accesso

2/6 – INTERVENTI DI ACCESSO
(art. 119, comma 1)

INTERVENTI DI ACCESSO (art. 119, comma 1)

a) ISOLAMENTO TERMICO INVOLUCRO dell’edificio (incidenza >25% superficie
disperdente lorda, verticale e orizzontale); max € 60.000 x unità

b) CONDOMINI sostituzione impianto di climatizzazione invernale con
impianto centralizzato per riscaldamento, raffrescamento, o ACS, a
condensazione (solo gas, Classe A del Reg. EL), a PdC, inclusi imp. ibridi,
geotermici (anche abbinati a FV+storage), o microcogeneratore; max € 30.000 x unità

c) EDIFICIO UNIFAMILIARE sostituzione impianto di climatizzazione invernale con impianto per riscaldamento, raffrescamento, o ACS, a PdC, inclusi impianti ibridi, geotermici (anche abbinati a fotovoltaico+storage), o microcogeneratore; max € 30.000

3/6 – INTERVENTI CONGIUNTI (ex ecobonus e bonus casa)

Intervento ⚒

Spesa massima ?

30.000 €

30.000 €

Sistema ibrido a pompa di calore

30.000 €

30.000 €

Caldaia a condensazione in classe A

30.000 €

Solare termico

60.000 €

Isolamento termico involucro

60.000 €

Schermature solari

60.000 €

Riqualificazione complessiva

100.000 €

Microcogeneratore

100.000 €

Building automation

-

Fotovoltaico

48.000 €

Edificio Unifamiliare

Intervento di Accesso

Intervento Congiunto

Ottenimento 2 Classi Energetiche

Caso 1

Max 60.000€

+

Max 30.000€

=

+2 classi

Caso 2

Max 30.000€

+

Max 30.000€

=

+2 classi

4/6 – Per accedere all’Ecobonus 110% DEVI migliorare l’edificio di almeno 2 classi energetiche

  • CHI PUO’ ACCEDERE ALL’ECOBONUS 110%
    ➡ Condomini

    ➡ Persone fisiche (no partite Iva) su singole unità immobiliari (anche seconde case)

    ➡ Persone fisiche (no partite Iva) su edifici unifamiliari (solo abitazione principale …soggetto a modifiche, si saprà al momento dell’entrata in vigore della legge)

    ➡ Istituti autonomi case popolari (o enti/società in house aventi le stesse finalità sociali) e cooperative di abitazione
  • COSA DEVI DIMOSTRARE:
    che gli interventi, nel loro complesso, devono assicurare il miglioramento di almeno 2 classi energetiche dell’edificio, o, nel caso questo non sia possibile, il conseguimento della classe energetica più alta.
  • COME LO DEVI DIMOSTRARE:
    mediante APE -pre e post intervento.
  • CHI PUO’ FARE L’APE:
    un tecnico abilitato esterno, cioè non il progettista dell’intervento.


I singoli interventi devono rispettare i requisiti minimi previsti dai decreti
di cui al comma 3-ter dell’articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n.
63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90
(asseverazione tecnico abilitato)

5/6 – CESSIONE DEL CREDITO (CDI) E SCONTO IN FATTURA

COSA E’ IL CREDITO D’IMPOSTA ?
è una compensazione dei debiti, una riduzione di imposte.
Sono compensabili tutti i tributi che confluiscono in F24 «ordinario» e
«accise»:
IRES
IRAP
IVA
Accise (dal 10 marzo 2001)
IRPEF dipendenti e assimilati e addizionali
– Contributi INPS e INAIL
Ritenute applicate
IMU, TARI

Nel limite «cumulativo» di 700.000 euro per ogni anno solare (ex art. 34, L. 388/2000)

error_outline

QUOTE ANNUALI

La quota del Credito d’Imposta non utilizzata nell’anno NON può essere usufruita negli anni successivi e non può essere richiesta a rimborso!

6/6 – Come devi procedere per beneficiare dell’Ecobonus 110%

Bene, fino ad ora ti ho spiegato i dettagli per avere l’ecobonus 110%.

Ma voglio chiarirti l’ordine di come procedere:

  • ? Fai fare l’APE della tua prima casa o condominio.
  • ✍Fai fare un progetto da un tecnico diverso da quello dell’APE, che comprenda almeno o il cappotto termico dell’edificio o una pompa di calore + altri interventi congiunti necessari, o non, per superare di 2 classi energetiche il tuo edificio.
  • ?‍? Fai uno o più preventivi dell’intervento incluso di posa in opera per capire con esattezza i diversi importi.
  • ? Decidi se puoi detrarre dal tuo IRPEF l’intera somma del 110% in 5 anni o in alternativa a chi cedere tale credito (istituto finanziario o ditta)
  • Esegui i lavori dal 1 Luglio 2020 al 31 Dicembre 2021 seguendo le istruzioni di pagamento che ti darà il tuo tecnico.
  • ? Fai fare una nuova APE che attesti il guadagno di almeno 2 classi energetiche dell’edificio.

NOTA IMPORTANTISSIMA:

GRATIS non vuol dire che non devi fare le scelte giuste!


CONCENTRATI SUL TUO PROFITTO!

AFFIDATI A CHI TI RIESCE A GUIDARE CON UN CONCETTO OLISTICO* PER OTTENERE IL MASSIMO PROFITTO E BENESSERE DALLA TUA ABITAZIONE.


USUFRUISCI DI UN INCENTIVO CHE TI RENDA POSSIBILE GUADAGNARE ANCHE SENZA INVESTIRE!

VUOI ESSERE GUIDATO PASSO PASSO?
( dall’ A alla Z senza pensieri)

MANDAMI LA TUA RICHIESTA PER UNA MIA PROPOSTA DI CONSULENZA/SERVIZIO

(…e ti spiegherò cosa posso fare per te)

*L’olismo (dal greco ὅλος hòlos, cioè «totale», «globale») è una posizione teorica (in ambito filosofico e scientifico, contrapposta al riduzionismo) secondo la quale le proprietà di un sistema non possono essere spiegate esclusivamente tramite le sue singole componenti, poiché la sommatoria funzionale delle parti è sempre maggiore, o comunque differente, delle medesime parti prese singolarmente.

Un tipico esempio di struttura olistica è l’organismo biologico: un essere vivente, in quanto tale, va considerato sempre come una complessa unità-totalità, non riducibile ad un semplice assemblaggio delle sue parti costituenti. A differenza di una macchina, dove sono le singole parti a formare e spiegare il tutto in senso deterministico, è solo a partire da un principio superiore che nell’organismo vivo è possibile comprendere lo sviluppo dei suoi aspetti secondari.

error_outline

Quando sapremo tutto?
…aspettiamo i


PROVVEDIMENTI ATTUATIVI


?DM MiSE entro 30 gg dall’entrata in vigore della legge di conversione (18 Agosto): modalità di trasmissione asseverazione all’ENEA e relative modalità attuative

? Provvedimento dell’AdE entro il 18 giugno: modalità attuative